NOME

WAGYU TIPO KOBE

ORIGINE

GIAPPONE

Curiosità

Wagyu è un termine composto che in giapponese unisce le parole “manzo” e “Giappone”: esso infatti viene usato per riferirsi a una moltitudine di svariate razze bovine giapponesi che hanno subito un processo di selezione genetica per ottenere una carne con un’intensa marmorizzazione. Questa texture della carne si produce quando il tessuto è ricco di grassi insaturi che hanno la tendenza a distribuirsi in maniera piuttosto uniforme, producendo il classico pattern simile a venature di marmo che si ritrova, nel caso della Wagyu, all’interno dello spessore delle masse muscolari, al contrario di quanto accade normalmente quando il grasso si trova negli strati sottocutaneo e peri-muscolare. È questa unicità a rendere la carne di Wagyu moto saporita, particolarmente tenera, nonché costosa.

Molte sono le zone del Giappone che si specializzano nell’allevare i bovini dedicati, con una caratteristica comune: questi luoghi estremamente isolati, a causa delle caratteristiche socio/geografiche proprie dell’arcipelago nipponico. Nel momento in cui vennero importati in Giappone per la prima volta qualche secolo fa, questi bovini hanno iniziato un processo di isolamento genetico, conoscendo inoltre un tasso di crescita ben più lento rispetto ad altre razze bovine. Ognuno di questi allevamenti conferisce poi il proprio nome alla tipologia di carne finale. Tra questi si trova proprio il Wagyu tipo Kobe, una carne bovina conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per le sue caratteristiche